Supplemento a ForumPa.it

Seguici su

Foto di One From RM rilasciata sotto licenza CC - https://www.flickr.com/photos/onefromrome/1238428728/photos/bradipo/4333249778
Vivere nella società digitale? Accade già in e-Estonia

Il caso della società estone è senza dubbio una delle più sorprendenti storie di successo al mondo. Oggi l’Estonia è la prima Digital Nation del pianeta: il 100% delle scuole ha una connessione a banda larga, più di 3/4 della popolazione ha un computer a casa, reti 3G e 4G sono disponibili ovunque. Tallinn è una delle 10 città al mondo con il Wi-Fi gratuito più esteso. Un forte endorsement politico ha permesso di rivoluzionare in breve tempo l’assetto del paese, che oggi è diventato un punto di riferimento per le nazioni che tentano di intraprendere un percorso simile.

17/11/2014 Martina Cardellini

Vivere nella società digitale? Accade già in e-Estonia

 La Prima Digital Nation al mondo

Circa dodici anni fa l’Estonia ha intrapreso un percorso che le ha permesso di crescere e diventare una delle più sorprendenti storie di successo d’Europa e non solo. Fino a qualche anno fa il paese era una piccola nazione povera, oggi è la prima Digital Nation al mondo. C’era la necessità, sempre più urgente, di svoltare e di recuperare il ritardo con i vicini paesi europei. Le nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione sono state riconosciute dal Governo come lo strumento più adatto per colmare i più gravi ritardi e rinnovare drasticamente l’assetto dell’intero paese.

Dalla fine degli anni '90 il paese, luogo di nascita di Skype, è riuscito ad abbracciare il concetto di società digitale e a renderlo una realtà concreta. L’Estonia ha scelto di percorrere questa strada per creare un'economia più forte, una comunità migliore e un futuro più luminoso. Una vera e propria rivoluzione, un intervento di rottura con il passato che oggi inizia già a portare i primi frutti.

e-Estonia: e- come endorsement politico 

Secondo Ivar Tallo, fondatore e membro del consiglio di amministrazione dell'Accademia di e-governance, un governo trasparente, accessibile e partecipato ha bisogno di molto poco per poter funzionare. Gli ingredienti necessari sono quattro, di cui tre sono quelli base: alfabetizzazione, elettricità e telecomunicazioni moderne. Il quarto è quello strategico, che assicura solidità all’operazione: un forte endorsement politico. “L’e-governance ha bisogno della volontà dei politici e funzionari di investire il loro tempo, come bene”, ha dichiarato Tallo. Molti dei servizi digitali che utilizza e-Estonia sono soluzioni che si conoscono già da tempo. “Il fatto ­– spiega il giovane primo ministro estone, Taavi Rõivas – è che ci vuole ben più di un gadget ingegnoso e algoritmi efficaci per costruire una e-governance che funzioni. Servono decisioni politiche coraggiose e una reingegnerizzazione del funzionamento del governo. E-Estonia è stata resa possibile attraverso una solida strategia nazionale per il digitale e ora l’Agenda 2020 è piena di iniziative nuove per spingerci ancora oltre con l'economia digitale e l’e-governance”.

Alcuni dei risultati raggiunti

Lo sviluppo del progetto è stato reso possibile grazie ad un cluster fortemente integrato di attori (governo, settore privato e cittadinanza) che hanno avuto necessità di lavorare congiuntamente e a stretto contatto. Digital Society needs cooperation at its core, recita lo slogan. Può la tecnologia diventare il canale principale di scambio con le amministrazioni e gli organi dello stato? A quanto pare sì: ecco un giorno ordinario in E-Estonia. L'interazione tra le agenzie governative, e tra il governo e i cittadini, è stata completamente trasformata. La burocrazia e la carta sono state rapidamente relegate al passato.

I risultati sono stati raggiunti in poco tempo. Tallinn è oggi una delle 10 città al mondo con Wi-Fi gratuito più esteso (sono 1140 le aree pubbliche con Wi-Fi free). Il 100% delle scuole hanno connessione a banda larga, più di 3/4 della popolazione ha un computer a casa e il 68% delle case hanno connessione a banda larga. Reti 3G e 4G sono disponibili ovunque in tutto il paese. In poco tempo il governo estone ha raggiunto livelli di trasparenza e accessibilità senza precedenti. Attraverso un accesso ai dati in tempo reale l’azione del governo è stata resa ben più efficace e puntuale: emergenze e situazioni di difficoltà vengono gestite e risolte rapidamente. La firma digitale, il voto e la dichiarazione dei redditi on-line hanno semplificato molto la vita delle persone che oggi sono ben alfabetizzate e usufruiscono più facilmente dei servizi pubblici. L’e-Cabinet ha contribuito notevolemente ad accrescere l’ascolto dell’opinione pubblica in merito ai processi decisionali. 

L’Estonia si è trasformata in un ambiente prospero anche per le imprese. On-line, bastano pochi click, è possibile registrare la nascita di una nuova attività senza affogare in lunghi processi burocratici. Proprio per questo motivo Tallinn è stata riconosciuta come la sesta città europea più startup-friendly (dopo Londra, Parigi, Berlino, Dublino ed Helsinki). Nonostante la carenza di abbondanti finanziamenti governativi e la sua relativa lontananza, l'Estonia è riuscita a creare alcune startup che oggi sono storie di successo a livello mondiale e costruire un ecosistema attraente per investitori esteri.

Un modello a cui ispirarsi

 Sono davvero numerose le delegazioni che da tutto il mondo arrivano in Estonia per conoscere di più del futuristico traguardo raggiunto e per approfondire quanto e come è stato fatto. Per questo è stato creato uno spazio espositivo ad hoc. Ad oggi l’e-Estonia Showroom ha ospitato più di 1300 delegazioni estere da 105 paesi di tutto il mondo. Lo scopo dello showroom è quello di mostrare le soluzioni ICT della nazione, raccogliendole tutte in un’unica struttura e offrendo ai visitatori esempi pratici di ciò che sono e come funzionano. Una vera e propria esposizione delle e-solutions per il settore pubblico e anche per quello privato (elezioni su internet, e-tax, e-banking, registrazione elettronica delle imprese, e-police, carta d’identità elettronica e carta d’identità su cellulare, etc). Pur presentando dei singoli prodotti, l’obiettivo principale dello showroom è dar prova di soluzioni che nascono per essere integrate tra loro: showroom is a time machine where you can experience future.