Supplemento a ForumPa.it

Seguici su

SmartTag ambiente

Le grandi città spendono in media €260 pro capite. Nella spesa per territorio e ambiente guidano Roma (€399) , Milano (€363) e Napoli (€309). Chiude la classifica il Nord-Est: Trieste, Venezia e Padova.

08/07/2015 di: Redazione Openpolis

Viaggio alla scoperta dei motivi che rendono le città australiane fra i luoghi più vivibili del pianeta.

27/01/2014 di: Claudio Forghieri

Darsi obiettivi sfidanti e impegnarsi per raggiungerli non è prassi tipicamente italica. Eppure qualche volta ci stupiamo dell’eccellenza che si trova sul territorio. Prendiamo il caso dei rifiuti: la Strategia Europea EU2020 punta al “rifiuto zero”. Riciclaggio, compostaggio e riutilizzo devono prendere il posto di tecniche pericolose sorpassate come l'incenerimento e lo stoccaggio in discarica. Al Comune di Capannoni questo obiettivo l’hanno preso sul serio e con una raccolta complessiva che cala del 5% l’anno e la differenziata all’85% ci si stanno avvicinando a grandi passi. Abbiamo chiesto al Sindaco Giorgio Dal Ghingaro di raccontarci quali sono le chiavi per il successo.

16/01/2014 di: Francesca Battistoni

Il 75% di uomini e donne tra i 20 e i 64 anni attivi nel mondo del lavoro, il 3% del PIL da investire nel settore della ricerca e sviluppo, 20 milioni di persone fuori dal rischio di povertà. Tutto questo entro il 2020. Ce la faremo? Per monitorare il raggiungimento degli obiettivi fissati dalla strategia Eu2020 è stato sviluppato un set di indicatori specifici, ma il trend non è dei più rosei. Cerchiamo di capire a che punto siamo e quale è la situazione specifica dell’Italia.

25/11/2013 di: Francesca Battistoni

L’apertura dei dati ambientali in un ente locale migliora i processi organizzativi e ampia le modalità di partecipazione dei cittadini, ma i processi di open data e i relativi impatti in termini di innovazione sociale, necessitano di sistemi di rendicontazione e nuove metriche, sia dal punto di vista delle politiche sociali che ambientali. Questa reciprocità genera alcuni effetti concreti e alquanto pragmatici.

15/04/2013 di: *Alessandra Vaccari

Quando parliamo di “città verde” possiamo riferirci alla percezione che se ne ricava sorvolandola con un aereo, grazie ad un’equa distribuzione tra parti grigie (costruito) e parti vegetali (campagna urbana, aree fluviali, spazi verdi pubblici e privati). Partendo da questa semplificazione possiamo poi introdurre diversi concetti: “città ecosistemica”, cioè una città in cui è valutata in termini di ricchezza la biodiversità animale e vegetale presente nel territorio urbano; “città ospitale”, intesa come città a misura d'uomo (su questo criterio gli interrogativi e i parametri di valutazione sono molto diversi e partono da punti di vista molto distanti); “cittadinanza con il verde”, cioè la possibilità di vivere con la necessaria presenza di uno spazio aperto capace di suscitare la memoria di un luogo fertile, agreste, felice. Ma per essere smart una città dev'essere necessariamente verde? Ecco il quesito di fondo. 

01/02/2013 di: Stefano Mengoli*

Tre incontri dedicati a tre argomenti di estrema attualità. Sono quelli organizzati dal Coordinamento delle Agende 21 locali italiane nel pomeriggio del 31 ottobre a Smart Cities.

24/10/2012 di: Redazione FORUM PA