Supplemento a ForumPa.it

Seguici su

Keynote

Lone Malmborg, professoressa associata presso l’Interaction Design Research Group all'Università IT di Copenhagen, concentra la sua ricerca sull’interaction design nel campo del welfare technology e in particolare si interessa agli aspetti sociali dell'invecchiamento.

Social innovation, on line service, anziani: il programma europeo Life 2.0 li mette insieme nella convinzione che le nuove tecnologie possano aiutare le fasce più deboli della popolazione, come quella anziana, a raggiungere una maggiore autonomia e una migliore qualità della vita.  Nel progetto pilota sviluppato a Aalborg (Danimarca) da Anelia Ivanova Mitzeva l’obiettivo è stato quello di creare un network tra la popolazione anziana, insegnando loro come pubblicare annunci sulla piattaforma on line.

Solo in un approccio pienamente smart la fascia più anziana della popolazione viene intesa come risorsa intorno cui progettare nuovi servizi per il welfare. Co-progettare una serie di prodotti digitali avanzati che rispondano alle esigenze specifiche degli anziani, come accesso ai servizi commerciali, organizzazione delle uscite o  costruzione di rapporti di reciproco aiuto con il proprio vicinato, è stato l’obiettivo del programma europeo Life 2.0.

Il Senatore Harris B. McDowell III (Delaware General Assembly) ha coordinato lo sviluppo del SEF (Sustainable Energy Financing) dello Stato del Delaware. Grazie a questo sistema nel Delaware sono stati finanziati 73 milioni di $ di riqualificazioni edilizie con ulteriori benefici di 27 milioni di $ per la PA. Si è ottenuto un abbattimento delle emissioni nocive e la creazione di circa 1.000 nuovi posti di lavoro.

Persone, informazioni e luoghi: questi i tre elementi che ruotano intorno ad un’idea di turismo intelligente secondo Antonio Preiti di Sociometrica. Sappiamo che le connessioni producono domanda e offerta di informazioni, ma non si è ancora ben compreso quanto questa dinamica sia ancora più importante per lo sviluppo di un turismo che potremmo definire smart.

Parliamo di sostenibilità, intesa come la possibilità per le pubbliche amministrazioni di fornire dei servizi sviluppati, non da un consulente, ma dai cittadini e di modelli di business  con Francesco Molinari, Consulente - ENoLL Rete europea dei living lab.

Social innovation, on line service, anziani: il programma europeo Life 2.0 li mette insieme nella convinzione che le nuove tecnologie possano aiutare le fasce più deboli della popolazione, come quella anziana, a raggiungere una maggiore autonomia e una migliore qualità della vita.  Nel progetto pilota sviluppato a Aalborg (Danimarca) da Anelia Ivanova Mitseva l’obiettivo è stato quello di creare un network tra la popolazione anziana, insegnando loro come pubblicare annunci sulla piattaforma on line.

MySociety è l’organizzazione no profit britannica che dal 2003 lavora sull’empowerment dei cittadini attraverso le tecnologie e gestisce i principali siti britannici dedicati alla trasparenza, alla partecipazione e all’attivismo civico: TheyWorkForYou, WhatDoTheyKnow, FixMyStreet e FixMyTransport.

Steve Ressler è il fondatore e presidente di GoovLoop, il social network che negli USA mette in rete oltre 60.000 tra dipendenti pubblici e persone a vario titolo interessate all'innovazione della PA. Partendo da questa esperienza, Ressler racconta come e perchè i governi e la pubblica amministrazione dovrebbero mettere i propri dipendenti nella condizione di utilizzare in maniera costruttiva e produttiva il web e i social media.

Si parla molto di co-produzione dei servizi pubblici, ma meno di come il modello 2.0 si può' applicare al ciclo delle politiche pubbliche.