Supplemento a ForumPa.it

Seguici su

Oltre la sharing economy: dopo l’anno di Uber, il 2015 dei territori

Alle istanze e alle iniziative di sviluppo collaborativo già avviate nelle città e nei territori, al loro replicarsi e al loro rafforzarsi e gemellarsi, dedichiamo l’impegno di quest’anno, portando in giro con OuiShare il progetto Sharitories e il Toolkit per Territori Collaborativi. Intanto, per chiudere un 2014 ricco di stimoli e novità, proponiamo una raccolta dei contributi e delle iniziative che ci hanno accompagnato nella scoperta e nell’analisi di un fenomeno che aveva promesso di diventare un tormentone… e che ha mantenuto le promesse.

Alle istanze e alle iniziative di sviluppo collaborativo già avviate nelle città e nei territori, al loro replicarsi e al loro rafforzarsi e gemellarsi, dedichiamo l’impegno di quest’anno, portando in giro con OuiShare il progetto Sharitories e il Toolkit per Territori Collaborativi. Intanto, per chiudere un 2014 ricco di stimoli e novità, proponiamo una raccolta dei contributi e delle iniziative che ci hanno accompagnato nella scoperta e nell’analisi di un fenomeno che aveva promesso di diventare un tormentone… e che ha mantenuto le promesse.

08/01/2015 di: Chiara Buongiovanni

Sembra ormai partito il treno dell’innovazione e dell’economia collaborativa, in queste ore infatti si sta svolgendo a Roma la seconda edizione di Sharitaly, il primo evento in Italia interamente dedicato all’economia della collaborazione, al cui interno viene presentata ufficialmente la versione "alpha" del Collaborative Territories Toolkit, su cui OuiShare e FORUM PA hanno lavorato nell’ultima edizione di Smart City Exhibition. Quindi se da una parte si moltiplicano le occasioni di discussione sul tema, dall’altra cominciano a prendere piede momenti laboratoriali di studio e confronto sul territorio nazionale e non.

01/12/2014 di: Redazione FORUM PA

E' on line la versione "alpha" del Collaborative Territories Toolkit, su cui abbiamo lavorato a Smart City Exhibition lo scorso 23 ottobre. Il toolkit e i feedback raccolti al workshop di Bologna sono disponibili sul blog di progetto Sharitories (per ora in inglese).
Il Toolkit, allo stadio attuale, è una prima versione su cui continueremo a lavorare nei prossimi mesi con i territori italiani.

Dunque, a presto con gli update!
#Sharitories #CTT

 

04/11/2014 di: Chiara Buongiovanni

Otto tavoli gremiti di persone -  assessori, tecnici dell’amministrazione, attori dello sviluppo territoriale, cittadini sono stati il primo banco di prova per il neonato Collaborative Territories Toolkit, partorito nella suo primo draft da Sharitories, progetto di OuiShare con la collaborazione di FORUM PA. Ecco la presentazione di Simone Cicero a Smart City Exhibition 2014 (e per chi non c’era un po’ immagini dalla Creativity Room in cui abbiamo lavorato lo scorso 23 ottobre). A presto con i prossimi passi del Toolkit!

27/10/2014 di: Redazione FORUM PA

Pieter van de Glind e Harmen van Sprang sono i cofondatori di shareNL, una piattaforma olandese di conoscenza e networking che connette e informa consumatori, imprese, organizzazioni, amministrazioni, centri di ricerca e media sulle iniziative di sharing economy.  Nel 2013 Pieter e Harmen hanno avviato la piattaforma e hanno cominciato ad implementarla. Ora il team è cresciuto, ne fanno parte altri quattro membri che li aiutano nel lavoro. Una importante iniziativa promossa da shareNL è Amsterdam Sharing City: insieme al city’s Economic Board e a numerosi altri stakeholders locali, stanno lavorando per fare di Amsterdam la prima “Sharing City” ufficiale in Europa, seguendo esempi internazionali come Seul e San Francisco (BayShare). Lavorando alla stesura  del Collaborative Territories Toolkit - CCT, abbiamo chiesto a Pieter e Harmen di condividere l'esperienza maturata con ShareNL. Continua il viaggio di Sharitories verso la prima tappa di co-design del Toolkit, a Bologna il 23 ottobre.

29/09/2014 di: Stina Heikkilä e Silvia Candida, OuiShare Italia

Anne-Sophie Novel è una giornalista, blogger e ricercatrice francese. E’ tra i pionieri della riflessione sull’economia collaborativa, e il suo libro La vie Share, mode d’emploi (La vita ‘share’: istruzioni per l’uso) ha avuto grande successo e impatto. Dopo essersi dedicata per alcuni anni ad analizzare le dinamiche del consumo collaborativo, attualmente il suo focus è sui legami tra economia della condivisione e territori. Blogger su Le Monde, per cui cura le pagine di Même pas Mal , dal 2013 dirige un gruppo di lavoro presso La Fabrique Ecologique su Città condivise e Territori condivisi. Le abbiamo chiesto qualche spunto o suggerimento per il nostro percorso verso il Collaborative Territories Toolkit, che vede la sua prima tappa italiana il prossimo 23 ottobre a Bologna a Smart City Exhibition 2014.  

22/09/2014 di: Samuel Roumeau e Silvia Candida, OuiShare

Tomas Diez è un urbanista e utopista venezuelano a cui stanno molto a cuore empowerment dei cittadini e democrazia. Vive a Barcellona, dove collabora con l’amministrazione cittadina per realizzare Fab City: l’iniziativa che punta a creare una rete di fab lab dislocati nei diversi quartieri della capitale catalana. Abbiamo chiesto a Tomas di offrire la sua esperienza come contributo alla creazione del Collaborative Territories Toolkit (CTT), per il progetto Sharitories e lui ha riposto di si. Godetevi questa prima intervista che abbiamo realizzato in preparazione del workshop del 23 ottobre a Smart Citty Exhibition 2014, dove vi aspettiamo per lavorare insieme al CTT!

15/09/2014 di: Stina Heikkilä e Silvia Candida, OuiShare Italia

A margine della conferenza "Twist and Share. La PA alla svolta dell'economia collaborativa", organizzata a FORUM PA 2014 in collaborazione con Banca Prossima,  OuiShare Italia, Collaboriamo e Hopen abbiamo raccolto i video commenti di alcuni dei partecipanti. Ciascuno ha scelto una parola chiave (#keyword) per l'economia collaborativa e ha spiegato il perché.

12/06/2014 di: Chiara Buongiovanni

Recuperare aiuole come beni comuni, valorizzare i graffiti e la street-art, convocare un’assemblea di quartiere per decidere come usare uno spazio pubblico: in poche parole, prendersi cura dei beni comuni. Da qualche giorno è possibile, grazie ad un regolamento comunale a disposizione delle amministrazioni che lo desiderano. E’ stato presentato a Bologna ed è frutto di una sperimentazione durata circa due anni promossa dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, realizzata dal comune di Bologna con il supporto scientifico di Labsus (Laboratorio per la sussidiarietà).

26/02/2014 di: Francesca Battistoni

A Bologna 448 tra persone, aziende e organizzazioni  hanno già fatto Un Passo per San Luca, donando dai dieci euro in su (oltre 132mila euro in totale ad oggi), per il restauro del portico più lungo al mondo. “Non si tratta solo di raccogliere fondi, ma di dare a tutti la possibilità di contribuire, di fare del portico di San Luca un luogo al centro della vita sociale e culturale della città”, spiegano da Comune di Bologna e Comitato per il restauro del Portico di San Luca, promotori del progetto in collaborazione con Ginger, piattaforma di crowdfunding territoriale. E, a quanto pare, c'è più di qualche suggerimento da prendere. Qui gli spunti da una chiacchierata con Ivana Pais, sociologa e  ricercatrice sul tema crowdfunding all’Università Cattolica di Milano e fondatrice dell'ICN - Italian Crowdfunding Network. 

22/01/2014 di: Chiara Buongiovanni