Supplemento a ForumPa.it

Seguici su

Le parole d'ordine per la smart city

Nove interviste, nove differenti sfaccettature di come si può interpretare il concetto di smart city nel nostro Paese. Dalla visione del Comune che vede nell'aggettivo smart un sinonomo di "semplice e vicino al cittadino", all'approccio tecnologico che individua la chiave di volta nella ricerca scientifica; dalla declinazione nel senso della sostenibiltà ambientale a quella di occasione di svilluppo e rilancio dell'economia del territorio; dalla posizione del Governo centrale che punta a massimizzare i fondi della programmazione europea a quella di chi vede nelle città intelligenti un'opportunità per aumentare la partecipazione ed il coinvolgimento dei cittadini; dall'esperienza internazionale di una città come Barcellona, al desiderio di interpretare il modello che si sta sviluppando nel nostro Paese; fino alla voglia della cittadinanza attiva di far comprendere alle amministrazioni e alle aziende italiane l'opportunità che abbiamo di fronte. Comunque lo intendiamo il futuro delle nostre città non potrà che essere smart.

Aprire le infrastrutture pubbliche digitali permettendone l'accesso a terze parti che possono usarle per sviluppare servizi di pubblico interesse. Questa la chiave del progetto iCity, di cui Barcellona è capofila, come ci spiega Joan Batlle Montserrat, responsabile della Cooperazione internazionale del City Council of Barcellona.

23/07/2012 di: Andrea Mochi Sismondi

Ascolto come metodo e nuove tecnologie come strumenti. Queste le chiavi di una città smart secondo Flavia Marzano, Presidente dell'Associazione Stati Generali dell'Innovazione.

23/07/2012 di: Andrea Mochi Sismondi

Nel governo delle città servono persone che, grazie a un approccio e a conoscenze di tipo scientifico, sappiano introdurre una pianificazione di lungo periodo. È questa la visione “smart” di Manuela Arata, Presidente del festival della Scienza e Technology Transfer Officer del CNR.

19/07/2012

Essere smart per una città significa essere una città più democratica, ovvero offrire a tutti i cittadini l’opportunità di accedere ai servizi in maniera diffusa e con maggiore facilità. Questa la visione di Paolo Lucchi, sindaco di Cesena.

19/07/2012 di: Andrea Mochi Sismondi

Renato Mazzucca, sindaco di San Giovanni in Persiceto, ci racconta l’avventura del suo Comune che dal 2008 ha cominciato a lavorare sulla telegestione della pubblica illuminazione, ottenendo un risparmio di 200mila euro nella spesa per questa voce e un risparmio nelle emissioni di CO2 pari a 950mila tonnellate.

19/07/2012 di: Andrea Mochi Sismondi

Le città saranno uno dei temi guida della stagione di programmazione 2014-2020. Ce ne parla Giovanni Vetritto, Capo della Segreteria del Ministro per la Coesione Territoriale.

19/07/2012 di: Redazione FORUM PA

Quale modello per Genova Smart City? Lo abbiamo chiesto Gloria Piaggio, Coordinatrice del progetto.

09/05/2012 di: Andrea Mochi Sismondi

Quale modello per una "Bologna smart"? Lo abbiamo chiesto a Matteo Lepore, assessore all'innovazione di Bologna e presidente della Commissione Innovazione ANCI.

07/05/2012 di: Andrea Mochi Sismondi

Come si sta muovendo l'Italia sul tema smart city? Lo abbiamo chiesto a Irene Tinagli, economista e docente all'Università Carlos III di Madrid, nonché consulente del Governo Italiano proprio sul tema smart city.

07/05/2012 di: Andrea Mochi Sismondi